Impianto pressurizzato

Descrizione

Stanza pressurizzata completa di cabina di verniciatura.

Impianto pressurizzato che viene prodotto secondo le esigenze dei clienti,
Impianto di TIPO A , impianto per eliminare la polvere all’interno della stanza, senza zona di deposito.
Impianto di TIPO B, impianto per eliminare la polvere all’interno della stanza, con zona di deposito.

Configurazione base:
Impianto completo TIPO A:
Abbinamento di cabina di verniciatura e stanza pressurizzata.
La cabina di verniciatura può essere ad acqua oppure a secco.

Cabine di verniciatura; descrizione come per cabine indipendenti Rif: Box 1,2,3,4.

Stanza pressurizzata: viene collegata alla cabina di verniciatura.

Stanza composta dai seguenti componenti base:

Pareti laterali, copertura superiore e porte costruite con pannelli coibentati verniciati con colori approvati dalle normative
Porte scorrevoli di accesso, porte d’emergenza, oblò con vetro antisfondamento
Illuminazione della stanza, distribuita secondo le esigenze
Struttura per pressurizzazione, costruita con pannelli termoisolanti, incluso motore elettrico, girante a doppia aspirazione, comandata da cinghie trapezoidali, serranda regolabile per controllare il flusso dell’aria
Struttura plenum per filtri aria, posizionato sul tetto della stanza, collegato al gruppo di pressurizzazione per l’aria in entrata nella stanza
Quadro elettrico a bassa tensione per il controllo della macchina.

Opzione: predisposizione per il riscaldamento della stanza tramite la circolazione di acqua calda in apposita batteria radiante, oppure tramite la diffusione di aria calda.

Per stanze TIPO B a quanto sopra indicato, vanno aggiunti gli estrattori esalazioni per la zona di deposito, per creare una stanza a due sezioni d’aria, ottenendo cosi una zona di verniciatura pressurizzata e una seconda zona di appassimento vernici sempre pressurizzata, stanza tipo “B”.
Nota: Stanza di tipo “B” lunghezza minima mm. 7.000.

Operazioni:
L’operatore posiziona davanti alla cabina il pezzo che deve essere verniciato, manualmente procederà alla verniciatura, direzionando il getto della vernice verso il frontale della cabina.
Parte della vernice finirà sul pezzo, parte di vernice finirà nell’aria.
La vernice che rimane nell’aria, sarà attirata dalla cabina, parte verrà neutralizzata dai filtri o altri sistemi posizionati sulla cabina.

In caso di stanza TIPO A senza zona di deposito, l’operatore non potrà rimanere a lungo all’interno della stanza, a causa delle esalazioni delle vernici.

In caso di stanza TIPO B con zona di deposito, l’operatore in questo caso posiziona i pezzi verniciati alle sue spalle, nella zona di deposito, l’operatore potrà rimanere all’interno della stanza, nella propria postazione di lavoro e continuare a verniciare senza interruzione e senza respirare le esalazioni/gas delle vernici.

This post is also available in: English

Per navigare sul nostro sito web, è necessario che tu legga ed accetti la nostra privacy policy Per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi